E’ stata fatta brillare poco dopo le 10 di questa mattina la bomba d’aereo da 500 libre rinvenuta nei giorni scorsi ad Orvieto. Le operazioni – spiega la Protezione civile – si sono concluse regolarmente con un’ora e 20 minuti circa di anticipo rispetto alla tabella di marcia programmata. Gia’ prima delle 9, contemporaneamente alla riapertura della viabilita’ su autostrada e ferrovia, anche le circa 80 persone residenti entro un raggio di 1.800 metri dal luogo del ritrovamento dell’ordigno avevano potuto fare rientro nelle loro case.

Il coordinamento in loco si è svolto attraverso il Centro Operativo Misto riunito presso la Sala di Protezione Civile del Comune di Orvieto e presieduto dal Viceprefetto Vicario, Andrea Gambassi con la partecipazione di rappresentanti di enti e uffici pubblici e privati.

Il Prefetto di Terni, Gianfelice Bellesini, ha espresso il proprio compiacimento per il lavoro svolto da tutti gli enti coinvolti.

Soddisfatto anche il Sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani.