Una collaboratrice domestica di 55 anni, di nazionalità romena e la propria figlia, sono state denunciate dai Carabinieri di Acquasparta per furto aggravato e ricettazione di alcuni gioielli, capi di abbigliamento e di altri oggetti, ai danni di una 38enne del posto, proprietaria della casa dove la 55enne romena lavorava.

Durante la perquisizione compiuta nell’abitazione di Spoleto occupata dalla domestica e dalla figlia, i militari hanno recuperato refurtiva per un valore complessivo di quasi 10.000 euro. Non tutti gli oggetti sequestrati provenivano, però, dalla casa di Acquasparta. Per questo i Carabinieri stanno svolgendo ulteriori indagini per verificare la loro provenienza.