Sono oltre 14.600 i prodotti sequestrati dalla Guardia di Finanza nell’ambito di una serie di controlli messi in atto, in Umbria, lo scorso fine settimana.

Per lo più si trovavano in negozi gestiti da cinesi dove le fiamme gialle hanno rilevato irregolarita’ riferite alla vendita di prodotti quali come pezzi di elettronica, accessori per l’abbigliamento, cosmetici, giocattoli e bigiotteria, ritenuti non sicuri, perche’ privi della corretta etichettatura e di indicazioni sulla composizione merceologica e sulla provenienza.

Nove le violazioni amministrative rilevate e tre le persone denunciate. Sequestrati, inoltre 350 accessori d’abbigliamento contraffatti, fra cui borse e occhiali da sole di note marche ed un centinaio di pacchetti di sigarette di contrabbando.