Nuova truffa, in Umbria, utilizzando lo stratagemma della telefonata ai genitori del “figlio che ha avuto un incidente”.

Un presunto maresciallo dell’Arma di Riccione ha infatti chiamato un anziano perugino dicendo che il figlio, effettivamente in vacanza in quella località, aveva avuto un incidente stradale ma che, essenso sprovvisto di assicurazione, non poteva lasciare la caserma. Successivamente un sedicente avvocato ha chiesto all’uomo – che nel frattempo aveva telefonato al figlio senza però avere risposta – di preparare 3.500 euro in contanti, somma che un presunto incaricato delle assicurazioni ha poi ritirato dall’abitazione dell’anziano.

Soltanto dopo aver ricevuto la chiamata del figlio, il quale gli ha confermato che era tutto inventato, l’uomo si è reso conto della truffa, sulla quale la Polizzia sta ora indagando.