E’ stato arrestato con l’accusa di atti persecutori aggravati il ternano di 44 anni che questa mattina è entrato in un bar di Campitello, a Terni, minacciando il proprietario e la sua famiglia con un’accetta. Secondo quanto accertato dagli agenti, i titolari del locale si erano rifiutati di somministrargli da bere, esasperati dai comportamenti dell’uomo, sempre alterato da abuso di alcol e droghe. Il 44enne, abitando nei pressi, da qualche mese si sarebbe presentato davanti al locale, a volte con un bastone, a volte minacciandoli solo a parole, tanto che era già stato denunciato. Questa mattina, con una grande ascia ha tentato di colpire il proprietario, che è riuscito a schivare il colpo. I clienti presenti hanno chiamato la polizia ed una pattuglia della Volante, in servizio nella zona, è intervenuta disarmando l’uomo. Una volta accompagnato in questura, ancora fortemente alterato, il 44enne è stato visitato dal personale del 118 mentre continuava a minacciare di morte i titolari del bar. Nel 2012 il 44enne era già stato arrestato in flagranza dalla polizia per aver minacciato con un coltello un’agente della Volante intervenuta sempre nella stessa zona.