Prende corpo l’ipotesi di un malfunzionamento del mezzo come causa dell’incidente aereo che ieri mattina a Terni è costato la vita a Martino Bonicelli, 58enne romano alla guida di un ultraleggero che, poco dopo il decollo dall’aviosuperficie Leonardi, è precipitato nella cava dell’azienda di laterizi Wienerberger a Maratta. Per la polizia il motore del velivolo, un D-Easy di fabbricazione tedesca, a meno di un chilometro dal decollo e a 50 metri di altezza, si sarebbe spento o bloccato.