E’ accusata di aver derubato l’anziana, malata di Alzheimer, alla quale prestava assistenza, una badante romena di 46 anni arrestata dai carabinieri a Terni, dopo essere stata trovata in possesso di gioielli e altri oggetti di valore. Sono in corso ulteriori accertamenti anche sul fatto che l’anziana, poche ore prima dell’arresto della sua badante, era stata medicata all’ospedale di Narni per alcune lesioni alla gamba, con una prognosi di dieci giorni. A chiamare i carabinieri, nella tarda serata di ieri, nell’abitazione di villaggio Matteotti, sarebbero state le due figlie della malata, di 52 e 50 anni, originarie della provincia di Roma: ai militari le due donne avrebbero spiegato di essere intenzionate a licenziare la badante (che invece insisteva nel voler rimanere), sia per le lesioni riportate dalla loro madre che per la sparizione di alcuni oggetti. La romena, visti arrivare i carabinieri, avrebbe quindi preso due borsoni e tentato di allontanarsi. I militari hanno allora deciso di verificare il contenuto dei bagagli: c’erano dentro i monili spariti dalla casa ed altri di cui la donna non ha saputo giustificare la provenienza. E’ stata arrestata per furto aggravato e denunciata per ricettazione.