La Polizia di Orvieto ha effettuato negli ultimi due giorni una serrata attività di controllo del territorio. Nel parcheggio della stazione ferroviaria è stato fermato un giovane che si aggirava con fare sospetto. Il ragazzo ha tentato subito di disfarsi di un involucro, nascondendolo nel marsupio e reagendo agli agenti. Alla fine è stato perquisito e dal marsupio è spuntato, oltre all’involucro contenente circa 1,30 di hashish, anche un noccoliere in metallo. Senza documenti, si è rifiutato di declinare le proprie generalità, ma dal successivo fotosegnalamento si è risaliti alla sua identità: un macedone di 22 anni residente in provincia di Viterbo. E’ stato denunciato per porto ingiustificato di tirapugni, resistenza a Pubblico Ufficiale e per il rifiuto di dare indicazioni sulla sua identità personale, oltre ad essere segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.

Sempre davanti in Piazzale della Pace, è stata fermata una romena di 30 anni, proveniente da Roma, che è stata denunciata perché risultata destinataria di un Foglio di Via Obbligatorio emesso dal Questore di Terni lo scorso anno, che prevedeva il divieto di fare ritorno nel Comune di Orvieto per tre anni, oltre ad un provvedimento di allontanamento dal Territorio Nazionale.