Nessun superamento dei limiti per i composti policiclici aromatici dalle analisi compiute dall’Arpa in seguito all’incendio divampato il 2 giugno scorso nello stabilimento Gesenu di Ponte Rio, a Perugia. La presenza di diossina e’ invece risultata al di sotto del limite di quantificazione.

I dati sono stati resi noti dall’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale, che aveva analizzato i rifiuti prodotti dalle fiamme sviluppatesi nell’area di triturazione del legno di potatura.

Registrati, invece, tre valori di superamento per alluminio, rame, zinco che – secondo i tecnici dell’Arpa – sono da attribuire proprio alla tipologia del materiale bruciato.