Francesco Zadotti dovrà rimanere ancora agli arresti domiciliari.

Secondo quanto reso noto dal suo legale, l’Avv. Nicola Madia, il Giudice ha infatti rigettato la richiesta di revoca della custodia cautelare cui il presidente della Ternana Calcio è costretto dal 3 giugno scorso per le accuse a lui rivolte nell’ambito dell’inchiesta “Vento di Maestrale” condotta dalla Procura di Viterbo.

Il legale di Zadotti avrà ora 10 giorni di tempo per presentare il ricorso in Tribunale.