Tre persone, due donne ed un uomo, sono stati arrestati, a Calvi dell’Umbria, dai Carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Amelia. Sono accusati di un furto di quadri e di oggetti di antiquariato, del valore di quasi 20.000 euro, compiuto, nella notte tra giovedi e venerdi scorso, in una antica villa della zona.

Decisivo, per il loro fermo, l’intervento di un Carabiniere fuori servizio che accortosi dell’anomala presenza di un paio di auto, una delle quali con una persona a bordo, proprio nei pressi della casa, si è avvicinato per provvedere all’identificazione avvertendo, poi, i suoi colleghi.

Le persone fermate sono una 54enne residente a Collescipoli, un narnese di 26 anni residente a Calvi ed una bresciana di 51 anni domiciliata a Civita Castellana, in provincia di Viterbo. Gli ultimi due avevano il bottino in un borsone. Rinvenuti, successivamente, in casa della 54enne altri oggetti rubati.

I tre, dopo la direttissima di ieri pomeriggio che ha convalidato il loro arresto, sono stati rimessi in libertà in attesa dell’udienza che si terrà il prossimo 10 luglio.