Si chiamava Emanuele Lucentini ed era originario di Tolentino, in provincia di Macerata, il 50enne appuntato scelto dei Carabinieri morto perché raggiunto alla testa da un colpo di arma da fuoco esploso accidentalmente da un collega.

Il fatto è accaduto questa mattina, intorno alle 8, nel piazzale esterno della caserma della compagnia dei Carabinieri di Foligno dove in quel momento era in atto il cambio del turno.

I militari erano intenti a scaricare le armi.

Il colpo “mortale” è partito accidentalmente da una mitraglietta M12 di un altro carabiniere, ora e’ in stato di choc.

L’appuntato scelto, immediatamente soccorso, e’ stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Foligno, dove e’ deceduto poco dopo il suo arrivo.