Giulio Moracci, un fattore in pensione di 91 anni, è stato trovato morto nella sua casa di via Andromeda a Gabelletta, all’estrema periferia di Terni, in seguito ad una rapina. Era legato a faccia in giù riverso sul letto della sua camera e potrebbe essere morto per soffocamento. Con l’anziano si trovava la moglie di 85 anni, Fioranna, legata in cucina, che ora è in ospedale e le sue condizioni non sarebbero gravi. La casa è stata trovata a soqquadro dalle persone che per prime sono entrate nell’appartamento dove viveva la coppia. Sul posto si sono recati anche il medico legale e il pm Barbara Mazzullo. Tre romeni di 43, 21 e 20 anni, provenienti dalla periferia romana, sono stati fermati dai carabinieri: due di loro sono stati bloccati nell’abitazione di Moracci mentre l’altro attendeva in auto. I tre, infatti, viaggiavano a bordo di una Bmw con targa romena che era stata parcheggiata nei pressi della casa dell’anziano. Sono da molto in Italia, tanto da parlare “perfettamente” la lingua e a loro carico sono emersi numerosi precedenti. Sono accusati di omicidio preterintenzionale, rapina, sequestro di persona e lesioni personali.