Erano destinati al mercato locale in previsione del derby tra Ternana e Perugia e dei prossimi Ponti festivi, i 10 chili di droga, tra hascisc e cocaina, sequestrati dalla squadra mobile di Terni nell’ambito di una vasta operazione portata a termine la notte scorsa. Quattro le persone arrestate: si tratta di un ternano di 27 anni, già inquisito in passato per reati di droga, di un quarantenne romano dipendente ministeriale, di un trentaduenne anch’egli romano titolare di una sala giochi della Capitale (un pugile raggiunto da un Daspo) e di un cinquantasettenne disoccupato di origini napoletane residente a Terni. I particolari dell’operazione – denominata “Nerone” dal tipo di hascisc sequestrato, suddiviso in ovuli di buona qualità – sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa da parte del dirigente della Mobile Alfredo Luzi e dall’Ispettore Superiore Ruggero Isernia. In base a quanto riferito, parte dello stupefacente sequestrato, circa cinque chili di hascisc suddivisi non solo in ovuli ma anche in panetti, è stata trovata all’interno del vano ruota di scorta di un’auto bloccata dalla polizia nelle vicinanze di un parcheggio di un centro commerciale in strada di Maratta, guidata dal quarantenne, in compagnia dell’altro romano. Gli agenti della mobile, che da giorni seguivano il ventisettenne (figlio di un sovrintendente della polizia che fino a qualche mese fa ha lavorato nella questura di Terni) sono intervenuti proprio nel momento dello scambio della droga tra i due romani e il giovane, che l’avrebbe poi spacciata in città. Oltre alla droga e all’auto sono stati sequestrati al ventisettenne anche cinquemila euro in contanti, ritenuti probabile provento dello spaccio. Gli altri cinque chili di droga (un chilo di cocaina e quattro di hascisc) sono stati trovati nel corso delle perquisizioni domiciliari, anche nell’appartamento di un condominio di Borgo Bovio in cui abita il cinquantasettenne, suocero della sorella del giovane ternano arrestato. Lo stesso cinquantasettenne è ritenuto dagli investigatori il custode della droga. Proprio presso l’appartamento era stato notato fare la spola con lo scooter, più volte nel corso della stessa giornata, il ventisettenne. La droga, secondo gli investigatori, era destinata ad un target di consumatori piuttosto giovane, dal mercato delle scuole al centro città. Non si escludono ulteriori sviluppi dell’operazione, coordinata dal pm Elisabetta Massini, come ha sottolineato anche il questore Carmine Belfiore.