Attraverso i negozi di ‘compro oro’ e la compiacenza di antiquari acquistavano argento ed oro rubati per poi rivenderli ad una fonderia di Arezzo. I carabinieri di Viterbo hanno eseguito 15 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone accusate di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e al riciclaggio di argenteria e lavorati in oro nonchè al commercio in oro senza autorizzazione. Circa 40 le perquisizioni effettuate tra Viterbo, Roma, Terni, Caserta e Arezzo.