E’ finita con tre denunce per rissa aggravata, nei confronti di un egiziano e due romeni, una lite per motivi passionali avvenuta in via Pascarella a Terni. Il nordafricano, titolare di un esercizio pubblico in città, ha fatto delle avance ad una sua ex dipendente, fidanzata e cognata degli altri due stranieri. L’uomo si è presentato con una rosa rossa ma la giovane, impaurita, ha chiamato i due e ne è nata una colluttazione. Mentre i tre si picchiavano, la ragazza avrebbe anche preso 500 euro dal giaccone dell’egiziano e per questo è stata denunciata per furto. Il fidanzato ha invece distrutto una panchina dei giardini comunali: è stato anche denunciato per danneggiamento. I quattro sono stati denunciati nell’ambito di una vasta operazione di controllo del territorio provinciale di Terni disposta dal questore Carmine Belfiore. In totale, sono state identificate 428 persone, controllati 215 veicoli e dieci esercizi pubblici e sale slot. Denunciato per ricettazione un ucraino di 22 anni residente a Teramo, sorpreso a piazza Tacito alla guida di un’auto rubata a gennaio nella città abruzzese. Per altri due passeggeri della stessa vettura, italiani trentenni e già inquisiti, è in corso la valutazione dell’emissione del foglio di via obbligatorio. Denunciati infine due romeni di 28 anni, trovati a vendere in strada cellulari contraffatti e profumi rubati.