Nel 2014 i Comuni italiani hanno incassato dalle multe agli automobilisti 1,204 miliardi, cioè il 12,4% in meno rispetto all’anno prima: per quanto riguarda l’Umbria, in base ad un’indagine che il Sole 24 ore pubblica oggi, Terni nel 2014 ha subito una flessione negli incassi del 30,1% e Perugia del 10%. La voce degli incassi da multe nei bilanci comunali – scrive il quotidiano – nel 2014 ha infatti raggiunto il minimo storico. Tra 2010 e 2012 i verbali avevano prodotto in modo più o meno stabile 1,5 miliardi all’anno, cioè il 20% in più di quanto si riesce a raccogliere oggi e dal 2008, cioè da quando esiste il cervellone del ministero dell’Economia che monitora in tempo reale le entrate e le uscite degli enti pubblici, non si era mai scesi così in basso. Tuttavia, ogni cento euro chiesti agli automobilisti, in media circa 40 mancano all’appuntamento nel corso dell’anno e solo una parte viene recuperata con la riscossione coattiva negli anni successivi. In particolare per l’Umbria, Terni nel 2014 ha incassato dalle multe 2,9 milioni di euro. Per ogni patentato in media l’incasso è stato pari a 40,7 euro. Il Comune di Perugia nel 2014 ha incassato dalle multe 4 milioni di euro, 36,8 euro per patentato.