Hanno un valore stimato in almeno 200 mila euro gli undici frammenti di epoca romana rubati nel 2003 dalle Catacombe di San Callisto, a Roma, rinvenuti cementati come ornamento in un agriturismo di Norcia.

La proprietaria dell’immobile, una 60enne romana, e’ stata denunciata per impossessamento illecito di beni culturali dello Stato e per violazioni in materia di ricerche archeologiche.

Gli accertamenti condotti dai militari del nucleo Tutela patrimonio culturale erano stati avviati dopo una segnalazione della Soprintendenza archeologica umbra.

I frammenti erano indicati anche in un bollettino in cui sono inserite le piu’ importanti opere d’arte trafugate.