Il gup del tribunale di Terni Rossana Taverna ha rinviato a giudizio i due presunti falsi ciechi, un pensionato di 74 anni ed una centralinista di un ente pubblico di 51 anni, scoperti nel novembre 2013 dalla Guardia di Finanza del posto (l’anziano andava in bici, la donna attraversava da sola la strada) e accusati di truffa aggravata. I due, entrambi ipovedenti, avrebbero percepito indebitamente più di 800 euro mensili come indennità di accompagnamento, oltre 100 mila euro in cinque anni.