E’ ritenuto essere un falso agente dell’Enel un giovane entrato nell’appartamento di Ponte Felcino abitato da una signora ultraottantenne e allontanatosi dopo che una vicina aveva chiamato il 113.

La Polizia sta svolgendo i necessari accertamenti per risalire all’identità dell’uomo.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, l’allarme è scattato quando l’anziana ha cominciato a chiedere aiuto perché il sedicente agente non voleva allontanarsi dopo avere proposto un contratto che però la signora non voleva firmare.

In occasioni come queste la Polizia raccomanda a tutti, e in particolare alle persone che vivono da sole, “di prestare la massima attenzione non esitando ad allertare le forze dell’ordine quando si dubiti delle reali intenzioni di chi suona al campanello e, soprattutto, avendo cura di non aprire la porta a persone che possano apparire sospette”.