Lasciano la figlia di 8 anni chiusa al freddo nel furgone mentre stanno al lavoro. E’ accaduto a Terni, dove una coppia di genitori cinesi è stata denunciata per abbandono di minore dalla polizia dopo che un passante ieri sera, mentre la temperatura a Terni era intorno ai 2 gradi, ha sentito il pianto disperato di un bambino provenire da un furgone, posteggiato in un parcheggio. L’uomo ha chiamato subito il 113, per poi chiedere informazioni nei negozi della via. Secondo la ricostruzione della polizia, un commerciante cinese, titolare di un negozio poco distante, insieme alla moglie ha preso le chiavi e ha aperto il furgone, inveendo contro la figlia, ancora piangente e rintanata al buio in un angolo dell’abitacolo congelato. Alla polizia il genitore ha riferito che la bambina era entrata da sola nel furgone, chiudendosi dentro. All’interno, sul pavimento del cassone, gli agenti hanno trovato una coperta e un piccolo cuscino. Entrambi i genitori, 37 anni lui, 34 lei, regolari in Italia, sono stati quindi denunciati ed e’ stata inviata una segnalazione al Tribunale per i minorenni di Perugia per verificare se esistono i presupposti per l’adozione di un provvedimento a tutela della minore.