E’ accusato di furto aggravato un 49enne perugino denunciato perchè ritenuto responsabile diessersi impossessato di parfte del denaro dalle cassette delle offerte poste davanti alla tomba di San Francesco, nella Basilica Inferiore di Assisi.

Secondo gli inquirenti, l’uomo, che è stato bloccato mentre si trovava ancora all’interno della cripta, agiva inginocchiato fingendo di essere intento nella preghiera.

Oltre ad alcune banconote di piccolo taglio, gli agenti gli hanno trovato nelle tasche e in una borsa una carta da gioco con diversi strati di biadesivo telato alla quale le banconote si attaccavano consentendone il prelievo.