La Ternana ha iniziato bene il 2015 ed il girone di ritorno battendo il Crotone con una pregevole doppietta di Bojinov. La squadra rossoverde, però, che aveva la partita in pugno sul 2-0, ha avuto una condotta scellerata nel finale di partita ed ha rischiato di compromettere tutto perdendo gli equilibri in campo e perdendo le posizioni sullo scivoloso terreno di gioco del Liberati. E meno male che sul finale di partita Brignoli ha compiuto un autentico miracolo sul tiro di Ricci, altrimenti il finale sarebbe stato ancora più duro. Tutto è bene, però, quel che finisce bene ed i tre punti incamerati permettono ai rossoverdi di migliorare la posizione in classifica.

Due le sottolineature da fare ovvero la doppietta di Bojinov e il ritorno in campo, un po’ il suo secondo esordio, di Salif Dianda che, però, è stato ingiustamente espulso da Maresca che al Liberati trova sempre l’occasione per farsi notare.

Iniziando dal primo c’è da dire che i suoi due gol sono stati davvero belli a vedersi e che il terzo sfiorato con un tiro di esterno lo sarebbe stato ancor di più. Oltre ai gol, poi, si nota che fisicamente l’attaccante bulgaro sta crescendo ed anche sul piano dinamico il suo apporto alla squadra sta diventando più importante.

Per Salif Dianda il discorso è diverso: era emozionato lui, per sua stessa ammissione, lo era tutto il Liberati quando è entrato sul terreno di gioco. Subito in partita, corsa, contrasti ed addirittura un intervento coraggioso su un avversario che stava impostando la ripartenza per la squadra rossoblu. Lui ci ha messo il coraggio, mettendo da parte quelle paure che potrebbero anche far capolino nella testa di chi ha avuto un infortunio grave come quello di Salif, è entrato in scivolata ma Maresca lo ha ingiustamente punito con l’espulsione. Peccato perché Tesser non potrà averlo per Pescara, mancheranno anche Gavazzi e Viola che verranno anch’essi squalificati, ma lui, Salif la sua battaglia ha dimostrato di averla vinta!

” Non mi è piaciuta la gestione del finale di partita, ha affermato Tesser al microfono di Radio Galileo. Abbiamo vinto meritatamente ma quel finale di partita con la squadra che sul 2-0 attaccava anche con i difensori non ci sta proprio. E’ inconcepibile e voglio sperare che non accada più. E’ indubbio, però, che simili errori vanno ricercati anche nella gioventù. E la Ternana anche oggi contro il Crotone di giovani in squadra ne aveva parecchi ! ”

Da aggiungere, poi, e non vuole essere una giustificazione, che Tesser ha presentato Vitale e Popescu alle prese con uno stato febbrile e che Fazio rientrava in squadra dopo un mese e mezzo di assenza.

E’ indubbio, però, che si imponga una riflessione approfondita sulla condotta nel finale di partita per non ripetere tali errori che con una squadra più concreta in avanti avrebbero potuto provocare problemi più consistenti.

IL TABELLINO

TERNANA (3-5-2): Brignoli; Valjent, Bastrini, Popescu (17′ st Dianda); Fazio, Gavazzi, Viola (29′ st Crecco), Eramo, Vitale; Bojinov (21′ st Ceravolo), Avenatti. Allenatore: Tesser. A disposizione: Sala, Piredda, Falletti, Gagliardini, Taurino, Palumbo.

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Zampano, Claiton, Ferrari, Martella; Maiello, Minotti (11′ st Suciu), Salzano (21′ st Ricci);  Ciano (39′ st Padovan), Torregrossa, De Giorgio. Allenatore: Drago. A disposizione: Concetti, Galardo, Cremonesi, Matute, Voltan, Balasa.

ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli (assistenti Santoro e Soricaro)

RETI: 4′ pt e 7′ st Bojinov (T), 43′ st Padovan (C)

The video cannot be shown at the moment. Please try again later.