Durante una lite con altri cacciatori avrebbe esploso diversi colpi di fucile in aria per intimidirli, minacciando di utilizzare l’arma anche contro di loro. Per questo un 44enne di Amelia è stato denunciato dai carabinieri di Lugnano in Teverina con l’accusa di minaccia aggravata. All’uomo sono state ritirate, in via cautelativa, tutte le armi e le munizioni che aveva. L’episodio è avvenuto nella frazione di Porchiano. La lite sarebbe avvenuta per motivi di appostamento e a segnalarla ai militari sono stati i due cacciatori minacciati, padre e figlio narnesi, in possesso di una regolare licenza di caccia, così come il 44enne denunciato.