Gli agenti della Polizia di Stato hanno scoperto, a Bastia Umbra, un laboratorio di abbigliamento nel quale lavoravano sette cinesi, due dei quali in nero. Il tutto – hanno spiegato gli inquirenti – tra sporcizia e senza le minime condizioni di sicurezza.

Nello stabile è stato scoperto anche un appartamento-dormitorio.

Secondo quanto emerso dagli accertamenti, la paga per ciascuno di loro era, in media, di dieci euro al giorno.

Disposta la sospensione dell’attività mentre al titolare, anche lui cinese, è stata comminata una sanzione di oltre 11 mila euro.