Sono stati definiti dalla polizia come “stakanovisti dei furti”, i quattro ladri albanesi fermati dalla squadra mobile di Perugia nell’ambito dell’operazione denominata “Merry Christmas”, nell’ambito della quale e’ stata anche sequestrata refurtiva per un valore di circa 150 mila euro. Tra gli oggetti sequestrati, una pistola, tre autovetture (Audi, Bmw e Alfa Romeo), stereo, computer, televisione, profumi, occhiali, orologi, sciarpe, costose bottiglie di cognac.

La polizia ha inoltre rinvenuto in un paio di appartamenti tra Ponte San Giovanni e Resina, alla periferia del capoluogo umbro, numerosi tagliandi ‘gratta e vinci’ risultati rubati in un bar di Recanati.

 Secondo la ricostruzione degli investigatori, coordinati dal vicequestore Marco Chiacchiera, un 46enne albanese, da tempo in Umbria, aveva fatto arrivare dalla Campania tre suoi connazionali, di 46, 32 e 33 anni: i quattro – stando alle risultanze delle indagini della sezione contro la criminalita’ diffusa e dell’antirapine della squadra mobile – avrebbero messo a segno 60 furti in tre giorni. In un caso una vittima di furto sarebbe stata anche picchiata.

 I ladri di solito entravano in azione nel tardo pomeriggio o di notte: in un caso, il furto si e’ trasformato in rapina impropria. In un altro caso i ladri, che si muovevano fra Torgiano, Deruta, Collestrada e alcune localita’ del Tifernate, si sono allontanati prima di compiere il furto dopo che un bambino si era accorto della loro presenza.