Gli agenti del Commissariato di Polizia di Orvieto hanno denunciato un 35enne ed un 40enne, provenienti dalla Puglia e dalla Calabria, per truffa e abuso della credulita’ popolare.

I due, già inquisiti in passato, si sono spacciati per volontari di un’associazione benefica a tutela delle donne maltrattate e contro il femminicidio, riuscendo a raccogliere, in meno di un’ora, una cinquantina di euro.

I due sono stati fermati nel parcheggio dell’ospedale orvietano.