Lesioni personali e maltrattamenti in famiglia continuati sono le accuse contestate dalla polizia ad un ventenne di Terni arrestato dalla Squadra Volante dopo aver picchiato la madre. La donna aveva vietato al giovane di uscire in auto, probabilmente a causa dell’assunzione di alcool o droga, scatenando così una lite. È stato necessario l’intervento di un’ambulanza del 118 per soccorrerla. Quando il ventenne è stato accompagnato in questura, ha preso a calci le porte e il mobilio degli uffici. E’ stato quindi anche denunciato per danneggiamento. In passato il giovane era già stato agli arresti domiciliari per rapina, estorsione, furto e maltrattamenti in famiglia, lesioni e danneggiamento.