Nel tardo pomeriggio di ieri, a Terni, militari del Nucleo Investigativo hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio un 44enne ternano, disoccupato  con precedenti , che veniva trovato in possesso di 30 grammi di eroina.

L’arresto maturava al termine di una mirata attività di contrasto al consumo e spaccio di droga che aveva inizio con un servizio di osservazione  svolto da personale in borghese proprio sotto l’abitazione dell’arrestato. I militari infatti procedevano alla perquisizione dell’appartamento del predetto appena dopo aver bloccato per strada un 50enne tossicodipendente ternano al quale sequestravano una dose di eroina da mezzo grammo che aveva appena acquistato dallo stesso. L’accurato controllo dell’abitazione permetteva ai Carabinieri di trovare un involucro di cellophane di colore nero contenente 30 grammi di eroina, che l’uomo aveva occultato in maniera insolita lasciandolo in piena vista ma al tempo stesso dissimulandone la reale funzione utilizzandolo come fermaporta nel corridoio, un altro involucro trovato in cucina contenente 50 grammi di “mannite”, usata come sostanza da taglio dello stupefacente, due bilancini di precisione, una cassetta di sicurezza con all’interno quasi 6.500 € in banconote di vario taglio, presumibilmente provento dell’illecita attività di spaccio, due pistole scacciacani con relativi proiettili a salve una delle quali priva di tappo rosso trovate in camera da letto, due coltelli a serramanico e tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi. L’uomo veniva associato al carcere di vocabolo Sabbione.