Un carabiniere originario della provincia di Terni e’ stato trovato morto, con un colpo di pistola al petto, ieri sera nella sua stanza nella caserma dove prestava servizio a Roma.

L’ipotesi e’ che il militare dell’VIII Reggimento Lazio si sia suicidato con l’arma d’ordinanza.

Poco prima di morire sul suo profilo Facebook aveva scritto: “Lavoro per i servizi segreti italiani e internazionali”, aggiungendo “mi resta poco da vivere, so gia’ che stanno arrivando per chiudere la mia bocca per sempre”.

E’ accaduto intorno alle 22.30 di ieri nella caserma ‘Salvo D’Acquisto’, nella zona nord della citta’. Il giovane e’ stato trovato a terra morto da alcuni colleghi nella sua stanza, chiusa a chiave dall’interno.

Secondo quanto si e’ appreso, poco prima di morire ha chiamato il 112 in stato confusionale. A dare l’allarme e’ stato il militare che ha risposto alla chiamata. Alcuni colleghi sono andati a controllare nella sua stanza e, dopo aver forzato la porta lo hanno trovato morto. Sulla vicenda indagano i carabinieri del Nucleo investigativo.