Ieri pomeriggio, la Squadra Volante è stata inviata in Strada San Martino, lungo gli argini del Nera, da dove era arrivata, tramite la cella telefonica, l’operatività di un iPhone rubato poco prima ad un medico in servizio nell’Ospedale Santa Maria.

Gli agenti sono scesi a piedi lungo il sentiero e su una panchina hanno visto due stranieri che appena si sono accorti della presenza della Polizia, sono scattati in piedi, posando un cellulare spento sulla panchina. Senza documenti, hanno detto che il cellulare era il loro, dato che lo avevano trovato abbandonato alla Passeggiata.

Gli agenti lo hanno acceso ed hanno trovato numerose chiamate provenienti da un numero dell’ospedale, lo hanno richiamato ed ha risposto il proprietario del cellulare, che ha riferito di aver chiamato più volte il suo numero proprio per far rintracciare il telefonino.

Dai controlli è emerso che i due, cittadini marocchini di 30 e 33 anni, senza fissa dimora, avevano entrambi precedenti penali per stupefacenti e uno era stato già colpito da un provvedimento di espulsione proprio da Terni, mentre l’altro era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Sono stati denunciati per ricettazione e il clandestino anche per non aver lasciato il Territorio Nazionale entro i termini previsti dal provvedimento.