Un noto sito di vendite all’asta on-line, l’ultimo modello di cellulare ad un prezzo più che conveniente ed un giovane ternano che riesce ad accaparrarselo. Tutto è successo qualche mese fa. Il ragazzo ha mandato il bonifico di 480 euro al venditore e aspettava l’arrivo del sospirato telefonino, ma il tempo passava e il cellulare non arrivava. Dopo un mese ha deciso di rivolgersi alla Polizia e gli agenti della Sezione della Postale e delle Comunicazioni di Terni hanno avviato un’accurata indagine sia con mezzi tradizionali, che attraverso strumenti informatici. Così hanno individuato un 40enne della provincia di Lecce che aveva messo in vendita il cellulare ancora prima di averlo, sperando di reperirlo, una volta avuti i soldi, ad un prezzo decisamente più basso, senza però riuscirci. Scoperto dalla Polizia, ha risarcito il danno, restituendo i soldi, cosa che però non gli ha impedito di essere denunciato per truffa.