Nei due giorni di intenso maltempo che hanno interessato l’Umbria, lunedì 17 e martedì 18 novembre, sono caduti fino a 133.2 mm di pioggia nelle aree nord orientali della regione che hanno determinato disagi e danni diffusi ma, fortunatamente, nessun danno alle persone.

Le precipitazioni piovose hanno interessato suoli caratterizzati da una elevata saturazione iniziale (oltre l’80%), condizioni ideali per l’innesco di frane, smottamenti e allagamenti diffusi, soprattutto in contesti territoriali quali l’Umbria. Ora è in corso il censimento di frane e smottamenti.

È quanto si rileva nel Rapporto preliminare Il Servizio regionale è stato impegnato già da venerdì 15 novembre nelle fasi di previsione e allertamento (in sinergia con il Dipartimento nazionale di Protezione Civile), e successivamente nella gestione dell’emergenza.

Le attività del Servizio regionale Protezione Civile hanno riguardato principalmente le fasi di previsione e allertamento nonché di gestione dell’emergenza. La Sala Operativa Unica Regionale di Protezione Civile ha svolto il lavoro di raccordo con le Prefetture – Uffici Territoriali del Governo e i Sindaci.