Possiamo Diventare, Gruppo di lavoro interno al PD di Terni, entra con le sue idee nel dibattito cittadino sulla mobilità sostenibile. Lo fa con una posizione che nasce dal lavoro svolto nell’ultimo anno nel quale il tema della mobilità alternativa è stato studiato, affrontato e trattato in maniera ampia grazie al lavoro del gruppo. “Noi di Possiamo Diventare – si legge in una nota – ci siamo stancati di sentir parlare solo di Zona a Traffico Limitato aperta o chiusa perché consideriamo tale argomento oramai superato, ci siamo stancati di interventi spot riguardanti la mobilità alternativa e quello che, prima di tutto, riteniamo necessario è costruire un PUMS: un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Il PUMS – spiegano – è uno strumento urbanistico relativo allo sviluppo sul territorio dei vari sistemi di mobilità alternativa che nasce e deve essere basato sulla condivisione, sul coinvolgimento e sui bisogni dei ternani”. Per Possiamo Diventare, la ZTL deve essere blindata, potenziando i servizi esistenti e sviluppandone di nuovi che abbiano come obiettivo finale la creazione di un piano del traffico che guardi con ambizione alle esigenze dei cittadini, al loro benessere e alla qualità della vita in città. Carla Confaloni di Possiamo Diventare spiega meglio le ragioni di questo intervento: “Abbiamo deciso di dire la nostra, perché, alla luce dell’impegno che abbiamo profuso su questo argomento, accogliamo con favore il rinnovato interesse su tale questione da parte delle forze politiche e vogliamo favorire un dibattito organico e sistematico sulla mobilità alternativa che non si limiti solo al pur necessario intervento sulla ZTL”.