Sono stati sorpresi ad impossessarsi di capi di abbigliamento dentro un cassonetto della Caritas, un imprenditore edile di 54 anni originario di Spoleto e la sua compagna romena di 29 anni, arrestati dai carabinieri del nucleo radiomobile a Terni grazie anche all’intervento di un residente della zona. La giovane disoccupata ha forzato il cassonetto, in via Oberdan, con un piede di porco, per poi darsi alla fuga sull’auto dell’uomo. Il cittadino, che ha notato il furto, ha ripreso con una videocamera quanto accaduto, chiamando poi il 112 e fornendo dati precisi sulla Ford bianca con la quale i due si erano allontanati. L’auto è stata rintracciata e bloccata sulla Flaminia nord mentre cercava di dirigersi verso Foligno. Nella vettura, sottoposta a sequestro amministrativo perchè priva di copertura assicurativa, i militari hanno scoperto, oltre al piede di porco utilizzato per lo scasso e altri strumenti per lo scasso, anche 52 capi di abbigliamento e scarpe di lusso presumibilmente provento di un altro furto. Durante l’udienza direttissima l’arresto dei due, rimessi in libertà, è stato convalidato.