Arrivato a Terni da pochi mesi, avrebbe iniziato a spacciare nel centro città in sella alla sua bicicletta, un nigeriano di 34 anni arrestato dal personale della Sezione Antidroga della Squadra Mobile guidato dall’Ispettore Superiore Ruggero Isernia, dopo essere stato trovato in possesso di 100 grammi di marijuana. L’uomo prima di essere bloccato ha investito un agente, che ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni. Il giovane, in possesso di permesso di soggiorno per lavoro da Milano, è stato notato nella nottata di sabato dai poliziotti nella zona di piazza Solferino (dov’è stata segnalata dai residenti la presenza di individui sospetti) mentre si avvicinava ad alcuni giovani passanti per rapidi scambi di battute, per poi andare via di corsa con la bici e tornare poco dopo. Il nigeriano è stato quindi seguito dalla Sezione Antidroga fin sotto un portone di via Tre Monumenti e quando ne è uscito gli è stato intimato l’alt. L’uomo invece di fermarsi ha investito con la bici l’agente, cadendo poi a terra a sua volta. Bloccato, all’interno degli slip gli è stato trovato un involucro contenente la droga. In casa, oltre ad un bilancino di precisione, ne è stata trovata un’altra piccola quantità. Secondo la polizia la richiesta di droga in città è alta, ma gli spacciatori ora – come nel caso del nigeriano – arrivano da fuori, rimangono per un po’ di tempo per poi ripartire, così da essere più difficilmente individuabili.