Il Comune di Terni in questi giorni sta effettuando pagamenti per 10 milioni di euro azzerando così tutti i debiti legati alla spesa corrente contratti fino al 31 dicembre del 2013. Si tratta della nuova applicazione della cosiddetta manovra Sbloccacrediti varata dal Governo e che ha visto in questi anno e mezzo il Comune di Terni – sosttolinea una nota da palazzo Spada – tra gli enti più virtuosi nell’applicazione.

I pagamenti di questa nuova tranche si concluderanno entro il 22 novembre e la normativa vuole anche la pubblicazione on line dei beneficiari.

“Con questi dieci milioni – dichiara l’assessore al Bilancio Vittorio Piacenti D’Ubaldi – andiamo a coprire tutta la parte corrente fino al 2013. Ci avvaliamo delle norme e delle risorse introdotte dallo Sblocca crediti e rinnovate con il decreto legge del 14 aprile di quest’anno, ma sicuramente lo sforzo è molto consistente anche da parte del Comune.

Vogliamo dare – afferma Piacenti D’Ubaldi – una risposta efficiente ai nostri fornitori, vogliamo trasferire risorse nel sistema delle imprese che già vivono un lungo periodo di difficoltà economica. Stiamo lavorando per fornire risultati anche per quanto riguarda i debiti legati agli investimenti.

In questi giorni – conclude l’assessore comunale al Bilancio di Terni – stiamo cercando di ottimizzare nel migliore dei modi i margini di flessibilità del patto di stabilità concessi da Stato e Regione che nel nostro caso ci dovrebbe consentire pagamenti sugli investimenti per quasi due milioni di euro”.

Complessivamente, con lo Sbloccacrediti, il Comune di Terni, in meno di un anno e mezzo, ha saldato debiti per oltre 35 milioni di euro.