Anche per quest’anno l’associazione Terni GNU/Lug, un gruppo di amici che si impegna da quasi un decennio per promuovere la cultura del free software nel nostro territorio, ha organizzato una giornata dedicata al sistema operativo Linux e alla libera circolazione della conoscienza.

L’appuntamento per sabato 26 ottobre e’ alla Biblioteca Comunale di Terni in piazza della repubblica, sara’ incentrato sul tema dell’innovazione con un occhio alla crescita “oculata” per dimostrare che “spending review” non significa necessariamente dover sacrificare la ricerca ed il progresso, anzi.

La sublimazione ternana dell’evento in contemporanea mondiale (il Linux Day e’ giunto alla tredicesima edizione) darà la possibilità di scoprire cosa offre il mondo del software libero al semplice cittadino, al fine per esempio di utilizzare il computer per navigare internet in modo sicuro, semplice e gratuito,  ma anche le soluzioni per le aziende, pubbliche o private, che permettono di innovare senza inutili sprechi di tempo e di denaro.

Proprio per portare in evidenza le opportunita’ economiche, ma soprattutto le scelte etiche e morali che l’amministrazione pubblica DEBBA prendere in considerazione le soluzioni open (come succede in molte realta’ nordeuropee) per la pubblica amministrazione, i rappresentanti del progetto Libre Umbria porteranno la testimonianza di come alcune amministrazioni umbre abbiano non solo risparmiato sui costi di licenza, passando a software open (libre office), per l’office automation, ma anche aumentando la produttività, investendo parte dei risparmi in formazione “partecipata” per i dipendenti.

Non mancheranno spazi dedicati ai makers ed ai più giovani con gli amici dell’Hacklab, i loro circuiti morbidi, le stampanti 3D e molto altro.

Inizio dell’evento, rigorosamente ad ingresso gratuito, e alle ore 9 per giungere alle 19 alla conclusione delle “mini conferenze” e dei laboratori.

Per maggiori informazioni sul programma e sull’associazione:
www.OpenTerniFestival.it

PS: come associazione cittAperta ovviamente, come orami facciamo da diversi anni non possiamo che supportare l’iniziativa per la comunanza di spirito e di filosofia ed i cittadini che non avranno avuto la possibilita’ di seguire l’evento alla Bibblioteca Comunale avranno sicuramente la possibilita’ di sentire/vedere la registrazione delle conferenze sui nostri canali multimediali.