La Polizia di Perugia è riuscita a localizzare ed identificare un cittadino britannico minorenne il quale non rispettava l’obbligo di isolamento imposto dall’Azienda Sanitaria Locale in quanto risultato positivo al Covid-19. Il ragazzo, entrato in Italia insieme ai propri genitori, anch’essi cittadini britannici, con un volo proveniente da Londra, dopo aver trascorso i 5 giorni obbligatori di isolamento domiciliare si sottoponeva al tampone che è risulato nuovamente positivo.

Il costante flusso di informazioni fra l’Azienda Ospedaliera e la Polizia di Stato, nonché il costante aggiornamento delle Banche Dati, ha permesso agli agenti, impegnati presso l’Aeroporto di Sant’Egidio, di individuare il ragazzo, presentatosi presso lo scalo aereo perugino con un biglietto di ritorno per Londra, col quale avrebbe fatto rientro nel suo Paese lasciando i genitori a Perugia ed identificarlo come “inottemperante all’obbligo di isolamento” imposto dall’ASL.

Il ragazzo è stato quindi denunciato e affidato ai genitori e posto in quarantena sino a nuovo tampone che dovrà risultare negativo per poter intraprendere il viaggio di ritorno.

RIETI: FUORI DI TESTA PRENDE A CALCI AUTO IN SOSTA, NON ACCETTA SEPARAZIONE DALLA EX, ARRESTATO TRE VOLTE IN DUE MESI