Riparte dall’infanzia il Soroptimst Club di Terni.

In questo periodo difficile, sospeso tra le nebbie del Covid, il Soroptimist di Terni, come dice la Presidente, Dr.ssa Alessandra Ascani, ha continuato a lavorare, nel rispetto della mission del Club, ed ha portato a termine un nuovo ed importante service: il progetto Baby Pit-Stop.

Giovedì 29 luglio, alle ore 17,00, presso il Sito Archeologico Carsulae-Centro Documentazione, alla presenza di autorità civili e soroptimiste, verrà infatti inaugurato il Baby Pit-Stop.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Unicef per garantire i diritti sanciti dalla Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, prevede l’allestimento di aree attrezzate per accogliere le mamme che vogliono allattare in modo riservato, quando si trovano fuori casa.

Un’area di sosta quindi per allattare ed accudire il bambino.

L’offerta di un sostegno alle madri, “una catena calda che si è persa nella nostra cultura”, soprattutto in questi momenti confusi.

L’iniziativa, voluta dall’Unione Italiana, ha deciso di realizzare i Baby Pit-Stop in luoghi di cultura come Musei, Biblioteche, Aree Archeologiche, teatri, complessi monumentali, orti botanici ed altri luoghi di cultura.

Il Soroptimist di Terni ha scelto Carsulae, partendo dall’infanzia, nella consapevolezza che “solo chi ha memoria ha futuro”.