Si sono concluse nell’azienda ospedaliera di Perugia le stabilizzazioni del personale precario per diversi profili professionali, portando a termine l’iter procedurale degli avvisi pubblici indetti a fine maggio scorso. Le stabilizzazioni – spiega la direzione aziendale in una nota – riguardano nello specifico un primo blocco di assunzioni di 25 unità, mentre le restanti 18 verranno stabilizzate entro fine anno. Completate le stabilizzazioni, comunica la direzione aziendale, si provvederà alle assunzioni mancanti per turn over con l’utilizzo delle graduatorie vigenti, nel rispetto del piano di fabbisogno del personale 2021-2023 e nei limiti di spesa imposti dalla normativa nazionale e regionale.

“La politica del personale che da circa un anno stiamo portando avanti con determinazione – sottolinea Marcello Giannico, direttore generale dell’azienda ospedaliera di Perugia – ci ha permesso di raggiungere questo importante risultato garantendo al 95% del personale dipendente un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Questo significa il superamento del problema del precariato per la nostra Azienda e consente di giungere ad una stabilizzazione organizzativa a favore di una sempre maggiore qualità dei servizi assistenziali erogati. Dopo le procedure di stabilizzazione potremmo finalmente indire concorsi pubblici per vari profili professionali nel rispetto del piano di fabbisogno aziendale. Le attività amministrative per raggiungere questo obiettivo sono state impegnative – continua – e per questo voglio sottolineare l’impegno dal direttore amministrativo e dai suoi collaboratori del Servizio Personale che ringrazio. Auguro, inoltre, buon lavoro ai nuovi professionisti e a chi opera già da tempo in questa azienda per garantire una assistenza qualificata ai cittadini”.