Finalmente ‘in presenza’: dopo mesi di distanza, incontri online e un impegno concreto che – pur reso difficile dalla pandemia – non è mai venuto meno, il Lions Club Terni Host è tornato ad organizzare un evento insieme ai propri soci. E lo ha fatto giovedì 24 giugno presso l’hotel Garden di Terni, con la cena conviviale accompagnata dalla cerimonia del ‘passaggio della campana’. Occasione migliore, per rilanciare le attività del Club, non poteva esserci: entusiasmo ed emozione hanno fatto da contorno all’avvicendamento fra Marco Coccetta e Paolo Alunni Pistoli alla presidenza del glorioso club ternano. Il primo ha ‘combattuto’ nell’anno forse più complicato che si ricordi, causa Covid, portando avanti con tenacia diversi service che parlano di solidarietà ma anche di futuro del territorio, in un’ottica di crescita e rilancio.

Il secondo, ora al vertice di Terni Host, ha le idee chiare sulla strada da seguire: “Il mio intento – spiega – è quello di condividere il percorso, tutti insieme, anche organizzando service insieme agli altri Lions Club cittadini. Attraverso il nostro impegno, fatto di idee e azioni concrete di sostegno, vogliamo incentivare lo sviluppo di Terni, realtà che è segnata da una crisi che la pandemia ha ulteriormente acuito. L’imperativo è guardare avanti e contribuire a dare nuove prospettive, di cui c’è davvero tanto bisogno”. Sul fronte dei service, il presidente Alunni Pistoli evidenzia “l’assoluta bontà di quanto messo in campo nonostante tutto. Certo, qualcosa è stato messo in stand-by dal Covid, ma vogliamo ripartire su tutti i fronti, con la determinazione tipica dei Lions”.