L’Azienda Usl Umbria 2 comunica che domenica prossima, 20 giugno, dalle 7.30 alle 10.30, Il Servizio ImmunoTrasfusionale di Spoleto in collaborazione con l’Avis provinciale e comunale promuove una seduta straordinaria dedicata alla raccolta di sangue, vista la carenza registrata in queste settimane nella nostra regione.

Si fa appello ai cittadini e ai donatori a recarsi al primo piano padiglione B dell’Ospedale “San Matteo degli Infermi” di Spoleto. Ci si può prenotare al numero 075. 5835504 dell’Avis provinciale di Perugia.

Le operazioni saranno eseguite garantendo la massima sicurezza agli utenti. Nei giorni scorsi l’appello alla donazione è giunto dal direttore regionale alla Sanità dr. Massimo Braganti.

“Dall’inizio della pandemia – ha spiegato – le scorte di sangue in Umbria hanno raggiunto il livello più basso, circa 900 sacche presenti giornalmente nelle nostre emoteche, contro una media dei mesi scorsi di 1300”.

Da qui l’invito rivolto alla popolazione a compiere questo gesto di generosità: “Abbiamo urgente bisogno del sostegno di tutti i cittadini – ha affermato Braganti – affinché questa situazione non si trasformi in una grave emergenza, con conseguenze per tutti coloro che necessitano di trasfusioni”.

“Facciamo appello ai cittadini affinché compiano questo atto di amore verso il prossimo e di responsabilità civile e si avvicinino costantemente ai nostri servizi – spiega la responsabile del Servizio ImmunoTrasfusionale dell’Azienda Usl Umbria 2 dr.ssa Marta Micheli – per contribuire a salvare una vita, ad aiutare le persone con deficienze circolatorie o con varie patologie legate al sangue, individui che hanno avuto complicazioni medico-sanitarie a seguito di un incidente stradale o che necessitano di frequenti trasfusioni per trapianti ed interventi chirurgici. Auspichiamo e confidiamo in un’adesione significativa dei donatori alla seduta straordinaria di domenica prossima a Spoleto, ma anche tutti i giorni nei centri di raccolta dell’Azienda Usl Umbria 2, per fornire un importante apporto all’obiettivo comune di aumentare le scorte di sangue negli ospedali umbri”.