Torna dal 18 al 20 giugno, per la seconda edizione, Narni Città Teatro, 15 eventi tra prosa, danza, circo, performance, mostre, musica, spettacoli e installazioni. “Cadute necessarie” il claim scelto per il 2021, per sottolineare la necessità – spiegano gli organizzatori – di cadere per ritrovarsi, reagire con coraggio e rialzarsi celebrando la vita e l’arte.

Presentata in Umbria da Lvf, di Ilaria Ceci e Davide Sacco, direttore artistico insieme a Francesco Montanari (per la prima volta al timone del festival), la manifestazione è organizzata grazie al sostegno del Comune di Narni.

Ascanio Celestini, Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Clementino, Manila Flamini, Camilla Filippi, Leonardo Manzan, Stefano Sabelli sono alcuni degli ospiti che, insieme al direttore Montanari, torneranno a calcare i palcoscenici del teatro comunale Manini e dell’Auditorium Bortolotti, per poi spostarsi all’aperto, a piazza dei Priori, al chiostro di Sant’Agostino e all’Ala Diruta (ex refettorio Sant’Agostino). Un appuntamento è previsto anche nella frazione di Stifone: qui, il 18 giugno, si svolgerà Look, l’evento simbolo del festival, una performance inedita che unirà nuoto sincronizzato, musica e danza, con la Movin’Beat Company di Antonella Perazzo, la presenza di Montanari e la partecipazione straordinaria di Manila Flamini, campionessa del mondo e capitana della nazionale italiana di nuoto sincronizzato.

“Cadute necessarie” sarà anche il titolo dell’evento previsto all’alba del 19 giugno, quando Ascanio Celestini sarà in scena alle 5 di mattina all’Ala Diruta. “Siamo felicissimi che gli eventi narnesi ripartano proprio con Narni Città Teatro, che aveva chiuso gli appuntamenti dal vivo lo scorso ottobre” commenta l’assessore comunale alla Cultura, Lorenzo Lucarelli.

“Siamo orgogliosi – continua – di ripartire dal teatro e dallo spettacolo dal vivo, con un festival di altissima qualità, come dimostra il ricco programma”.