Ad Orvieto il turismo diventa a misura di bambini e famiglie grazie ad Anna, la mascotte di realtà aumentata ideata da Skylab Studios per il Comune per raccontare al piccolo pubblico di visitatori la storia della città in un modo innovativo.

Il nome – spiega una nota dell’amministrazione – vuole essere un omaggio ad Anna Marchesini, l’attrice teatrale e comica nata proprio ad Orvieto.

Attraverso il proprio smartphone e con l’aiuto di Linkar (l’app per la realtà aumentata nata nei laboratori di Skylab Studios, disponibile sia per IOS che per Android), si potrà inquadrare Anna per vederla prendere vita, raccontando aneddoti e storie su Orvieto.

Nata dalla matita dell’illustratrice Silvia Amantini, vestirà i panni di cinque figure differenti: in versione etrusca, esploratrice, turista, in costume medievale e giornalista, per onorare Luigi Barzini, anche lui nato ad Orvieto. “Il turismo a misura di bambino è il futuro – dice Leonardo Tosoni, art director di Skylab Studios -, l’utilizzo dell’innovazione per accompagnare e migliorare la visita delle famiglie trasforma Orvieto in un’esperienza accessibile a chiunque dove, grazie al gioco e alla realtà aumentata, anche i più piccoli vanno alla scoperta di notizie e curiosità per renderli più partecipi e comprendere al meglio il patrimonio culturale e naturalistico della cittadina umbra”. Secondo il sindaco e assessore al Turismo di Orvieto, Roberta Tardani, “quello delle famiglie è uno dei target che la nostra città ha riscoperto con il turismo post Covid e sul quale vogliamo continuare a investire”. “Anna – spiega ancora Tardani – sarà la protagonista della nuova segnaletica pedonale turistica interattiva che sarà installata nei prossimi giorni, un altro tassello del progetto di valorizzazione turistica del territorio cofinanziato dalla Regione Umbria con il quale vogliamo raccontare Orvieto anche attraverso le nuove tecnologie e la realtà aumentata”.