La raccolta degli elaborati per il Premio letterario nazionale città di Terni Logo d’oro già conta molte adesioni e andrà avanti fino al 31 maggio.

Anche quest’anno il concorso promosso da Pro Loco Terni prevede le sezioni di narrativa, saggistica, poesia, poesie e racconti in lingua e in vernacolo e lettere d’amore dedicate a San Valentino, il patrono della città.

Se l’anno scorso gli organizzatori avevano inserito la sezione dedicata al Covid 19, quest’anno intendono premiare anche i primi tre classificati di un’opera visiva, a tema libero, che dovrà essere inviata, così come le altre opere in concorso, via e-mail a pro-terni@libero.it entro il 31 maggio.

“L’arte ci rende liberi e ci permette di vivere un mondo parallelo reso migliore dal sogno e dalla fantasia – dice il presidente, Bruno Minelli – pur se immersi in uno dei periodi peggiori di questo secolo, causa la pandemia, che sembra non voglia ancora interrompere questa sua azione deleteria, e che verrà ricordata, dalle generazioni future, per i numerosi morti, la chiusura quasi totale delle attività, la restrizione fisica e di contatto sociale. L’anno trascorso siamo riusciti, con l’impegno e la buona volontà, tra maggio e settembre, a realizzare il Premio Letterario con una importante presenza di partecipanti. L’anno scorso abbiamo evitato di invitare le scuole per non creare assembramenti durante la cerimonia di premiazione ma quest’anno sono ottimista: Spero che per settembre avremo la possibilità di invitare i bambini dell’infanzia, delle primarie di primo e secondo grado e gli studenti universitari” conclude Minelli.

Le info sul bando e le modalità di partecipazione sul sito www.prolocoterni.it