Sarà illuminato di viola l’antico Ponte d’Augusto di Narni in occasione dell’iniziativa “Luci sulla fibromialgia”, in programma da domani al 13 maggio in concomitanza con la Giornata internazionale della fibromialgia in programma il 12. Ad annunciarlo sono l’assessore alle politiche sociali, Silvia Tiberti, e la presidente della commissione pari opportunità Maria Cristina Angeli che, in collaborazione con il Consiglio comunale aderiscono alla tre giorni.

“Nella pagina facebook della commissione – rende noto la presidente Angeli – in accordo con la presidente dell’Afi odv Antonella Moretto, sarà dato ampio spazio a materiali divulgativi per promuovere la conoscenza di una sindrome attorno alla quale regna grande confusione in virtù della sua natura multisintomatica. L’obiettivo è arrivare a tutte quelle persone che non la conoscono, dando la possibilità a chi da anni ha sintomi e si trova a peregrinare da un ospedale all’altro e da un medico all’altro, di trovare una base sicura partendo dall’informazione”.

“Si tratta – spiega sempre la Angeli insieme all’assessora Tiberti – di una patologia cronica che si manifesta attraverso un dolore diffuso e persistente in tutto il corpo, interessando il tessuto connettivo, in particolare muscoli, tendini e nervi (fibre). Difficilmente riconoscibile, purtroppo la fibromialgia viene spesso confusa con l’artrite e altre malattie reumatiche. Colpisce in particolare donne con un rapporto 9:1.

A causa del dolore, dei permessi chiesti, molte donne vengono allontanate dal lavoro, il periodo della pandemia ha accentuato ancora di più questa situazione. Pur essendo insidiosa e invalidante, non è ancora inserita nei Lea (Livelli essenziali di assistenza), si spera che il governo si adegui presto, purtroppo l’emergenza covid ha bloccato l’iter iniziato”. La commissione invita a promuovere la campagna anche sui social, pubblicando una foto sul profilo, indossando o tenendo in mano una farfallina, simbolo della fibromialgia, preferibilmente viola.