E’ dedicata al tema della pandemia la 16esima edizione del Premio Mimosa, concorso di scrittura letteraria al femminile promosso dall’associazione culturale Minerva con la collaborazione del Comune di Narni e la commissione pari opportunità. L’iniziativa premierà i migliori elaborati il 27 marzo con una cerimonia on line data la persistenza delle nome anti covid.

“Il concorso – spiega la presidente di Minerva, Maria Cristina Angeli – è finalizzato a promuovere il racconto di momenti in cui siano state vissute esperienze pertinenti con la tematica suggerita, per evocare ricordi significativi, per esprimere idee, sensazioni, stati d’animo, per affermare ideali, sogni, punti di vista”.

I racconti potranno riguardare storie di vita vissuta o di pura fantasia e dovranno avere per protagoniste le donne. “Il punto di vista della narrazione e la sua focalizzazione sono liberi – spiega la Angeli – e i personaggi possono condurre la storia attraverso il racconto in prima o terza persona, il monologo, il flusso di coscienza, il dialogo epistolare o il diario”.

L’iniziativa si propone di promuovere e valorizzare la cultura legata al mondo femminile, ad affermare il punto di vista femminile e a contribuire a realizzare pratiche di uguaglianza delle opportunità. Altri obiettivi sono contrastare la cultura falsamente neutrale di alcuni prodotti mediatici tesi a rendere la figura femminile oggetto di consumo, generando nuove discriminazioni e violenze ed esprimere, condividere e sostenere il valore delle differenze. Il termine per presentare i lavori è il 10 marzo, mentre il bando è visionabile su https://www.comune.narni.tr.it/NewsAllegato.php?id=1811&all=1.