È Michele Toniaccini, sindaco di Deruta e attuale facente funzioni, il nuovo presidente di Anci Umbria. E’ stato eletto all’unanimità nella 12/a assemblea congressuale dell’associazione dei comuni umbri che si è svolta per la prima volta della sua storia in modalità virtuale (diretta streaming sulla pagina Facebook di Anci Umbria). Preceduta anche da un minuto di silenzio in ricordo di tutte le vittime del Covid.

E proprio l’impegno dell’Anci durante l’emergenza sanitaria è stato uno dei temi centrali toccati durante l’incontro. Con il neopresidente Toniaccini che ha ricordato come sia “prioritario” intervenire sugli effetti della pandemia. “Anci Umbria – ha detto – dovrà sempre più interloquire con le altre Istituzioni, a cominciare dalla Regione, e con il mondo esterno, costruire nuovi rapporti, collegando l’ associazione con le altre realtà, pubbliche e private, con i principali soggetti che concorrono alla definizione delle nostre comunità”.

Anche la presidente della Regione, Donatella Tesei, ha fatto riferimento nel suo intervento alla “coesione istituzionale” e al “raffronto costruttivo” come elementi cardine nel rapporto tra l’Anci e la Regione Umbria.

Dopo l’apertura dell’assemblea e l’introduzione ai lavori del segretario generale di Anci Umbria Silvio Ranieri, che ha ringraziato per il lavoro svolto il precedente presidente Francesco De Rebotti, sono seguiti gli interventi dei presidenti della Provincia di Perugia Luciano Bacchetta e di Terni Giampiero Lattanzi che hanno pure loro ringraziato il sindaco di Narni De Rebotti “per il prezioso lavoro svolto al servizio della comunità regionale” e l’attuale e nuovo presidente Toniaccini “che ne ha preso il testimone e ha saputo rimboccarsi le maniche e guidare Anci Umbria con tanto impegno e massima condivisione delle scelte e degli obiettivi, ribadendo la volontà di lavorare in stretta sinergia anche con le Province”.

Per Toniaccini vincere la sfida del Covid è prioritario ma anche puntare sull’Europa e su una progettazione condivisa delle città, dando contenuto alle risorse europee. “Sviluppare un’Anci sempre più rivolta all’Europa – ha detto – capace di contribuire alla programmazione delle risorse europee che sono previste con i Fondi strutturali, con il Recovery fund e con il Next generation Ue, proponendo un nuovo modello di sviluppo e di costruzione dei territori, basato sempre più su obiettivi green, smart, inclusivi e solidali”.

All’incontro è intervenuto anche il presidente di Anci nazionale, Antonio Decaro che ha ringraziato pure lui De Rebotti “per quanto fatto in questi anni” e Toniaccini “per aver svolto il ruolo di presidente di Anci Umbria facente funzioni con impegno, in questi ultimi mesi”. “Sono sicuro che farà ancora di più ora, con l’investitura dell’assemblea, e nella collaborazione costante con l’associazione nazionale” ha aggiunto Decaro.