Sono stati pubblicati i bandi regionali per la concessione di borse di studio a studenti della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado e per il sostegno alle famiglie per il pagamento delle rette dei servizi socio-educativi per l’infanzia 0-6 anni attraverso i quali la Regione Umbria intende offrire un “sostegno concreto” alle famiglie, a seguito dell’emergenza Covid. Lo ha reso noto l’assessore regionale all’Istruzione, Paola Agabiti, che annuncia anche la contestuale predisposizione del portale dedicato (https://sostegno-istruzione.regione.umbria.it/) attraverso il quale tutti i soggetti interessati, una volta registratisi, potranno inoltrare la domanda ed ottenere tutte le informazioni utili attinenti alle due iniziative.

Per i due bandi la Regione Umbria ha stanziato complessivamente 7.5 milioni di euro (4 milioni per il bando borse di studio e 3.5 milioni di euro per il contributo rette 0-6 anni), grazie alle risorse comunitarie.

“Grazie a questo portale – scrive l’assessore Agabiti, nel saluto che apre la ‘pagina dedicata’ – si può accedere velocemente e in maniera semplice a due iniziative, attraverso le quali la Regione Umbria sostiene il diritto allo studio dei nostri ragazzi, per contrastare il rischio di fallimento educativo e formativo precoce a seguito dello stato di emergenza in cui ancora ci troviamo. Attraverso le borse di studio per gli studenti e il rimborso delle rette pagate per i servizi educativi 0-6 anni, diamo un ulteriore segnale di vicinanza al mondo della scuola e dell’educazione, e assicuriamo un aiuto concreto alle famiglie in questa difficile fase emergenziale.

Garantire la continuità educativa e formativa delle giovani generazioni è una nostra priorità, da loro bisogna ripartire – conclude Agabiti – per costruire un futuro di benessere e di conoscenza”.